Impianti 

Fotovoltaici

La tecnologia fotovoltaica permette di trasformare direttamente e istantaneamente l'energia contenuta nella radiazione solare in energia elettrica sfruttando le proprietà di particolari materiali che, se opportunamente trattati, generano elettricità quando sono colpiti dalla radiazione luminosa (effetto fotovoltaico). Il materiale più utilizzato è il silicio. Il silicio viene utilizzato per la costruzione delle celle fotovoltaiche, collegate fra di loro per costituire il modulo fotovoltaico.
La corrente elettrica raccolta dal circuito elettrico stampato delle celle fotovoltaiche viene canalizzata nei cavi elettrici del modulo e fluisce verso gli altri componenti dell’impianto.

 Principali componenti dell'impianto  


L’impianto fotovoltaico è composto essenzialmente da:

  • moduli fotovoltaici che convertono l’energia solare in energia elettrica (corrente continua). I più diffusi sono rettangolari, hanno una dimensione di 1-1,5 m2 e pesano intorno ai 15/20 kg. Le celle sono superiormente protette da un vetro con particolari caratteristiche sia di resistenza sia di trasparenza, il peso si aggira intorno ai 15/20 kg. La potenzialità del modulo si esprime in “watt di picco” (Wp) il cui valore indica la quantità di energia che il modulo è in grado di produrre nell’unità di tempo in condizioni standard o meglio quando si ha una radiazione solare di 1.000 W/qm, una temperatura ambiente di 25°C e una velocità del vento di 1 m/s. I moduli possono essere combinati insieme per costruire l’impianto fotovoltaico. Maggiore è il numero di moduli impiegati e più è la potenza dell’impianto che va dai pochi kW degli impianti domestici, alle centinaia di kW per quelli ad uso industriale.

  • inverter, componente fondamentale dell'impianto che ha il compito di trasformare la corrente continua, prodotta dalle celle solari, in corrente alternata, utilizzabile nella rete domestica o cedibile alla rete pubblica. Oltre a svolgere le funzioni di trasformazione e di immissione, l'inverter ha anche il compito di monitorare l'impianto e ottimizzare la resa;

  • quadri elettrici e cavi di collegamento che trasportano l’energia fino al “contatore” (punto di consegna);

  • misuratori di energia, sono dispositivi che servono a controllare e contabilizzare la quantità di energia elettrica prodotta e scambiata con la rete;

  • strutture di sostegno per i moduli, siano essi posizionati a terra , su tetto o pensilina   

Principali componenti dell'impianto


Visto che la quantità di energia elettrica prodotta da un impianto fotovoltaico non sia costante né al variare delle ore del giorno (alternanza giorno/notte e variazioni delle condizioni meteorologiche ), né al variare dei mesi dell’anno (ciclo delle stagioni), nel caso in cui si voglia dare la completa autonomia all’utenza , occorrerà o collegare gli impianti alla rete elettrica pubblica (impianti fotovoltaici connessi alla rete o grid-connected) o utilizzare dei sistemi di accumulo dell’energia elettrica che la rendano disponibile nelle ore di soleggiamento insufficiente (impianti fotovoltaici ad isola o stand-alone).

Contact Us

Via G. Della Monica, 6 - 84083 - Castel San Giorgio (SA) - Tel. +39 081952143 - P.Iva 05524820650 - info@abatrade.it

Copyright© 2020 by ABA TRADE Srl - Tutti i diritti sono riservati

  • blog icon
  • Facebook Social Icon
  • Twitter Social Icon